Funzionigramma-ISTITUTO COMPRENSIVO BARANZANO - SERRAVALLE SESIA

UNA SCUOLA DI TUTTI E DI CIASCUNO

Funzionigramma

 
 IL DIRIGENTE SCOLASTICO  art. 25 D.Lgs 165/2001
Il dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il dirigente scolastico, organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.
  

I COLLABORATORI DEL DIRIGENTE   artt. 17 co.1bis e  25 co.5 D.Lgs 165/2001
I docenti collaboratori sono nominati dal Dirigente con compiti di supporto in ambito organizzativo,  gestionale e nei rapporti con i docenti e con l’esterno. Sostituiscono il Dirigente in caso di sua assenza. 
 

I FIDUCIARI DI PLESSO    art. 25 co. 5 D.Lgs 165/2001 
I fiduciari di plesso sono nominati dal Dirigente con compiti organizzativi, di coordinamento e di controllo all'interno del plesso.
 

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI AMMINISTRATIVI (DSGA)   art. 25 co.5 D.Lgs 165/2001
Il DSGA sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativo-contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna. Il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.
 

IL PERSONALE ATA 
Il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, assolve alle funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza connesse all'attività delle istituzioni scolastiche, in rapporto di collaborazione con il dirigente scolastico e con il personale docente.
 

IL CONSIGLIO DI ISTITUTO  artt. 8-10 D.Lgs 297/1994
Il Consiglio di Istituto è costituito da 19 componenti, di cui 8 rappresentanti del personale docente, 2 rappresentanti del personale ATA, 8 rappresentanti dei genitori, il dirigente scolastico; è presieduto da uno dei membri, eletto tra i rappresentanti dei genitori.

Il Consiglio di Istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo (Programma annuale) e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico. Spetta al consiglio l'adozione dei regolamenti di, l'acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione dell'istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali.
Fatte salve le competenze del Collegio dei Docenti e dei Consigli di intersezione, di interclasse, e di classe, ha potere deliberante sull'organizzazione e la programmazione della vita e dell'attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, per quanto riguarda i compiti e le funzioni che l'autonomia scolastica attribuisce alle singole scuole. In particolare adotta il Piano dell'Offerta Formativa (POF) elaborato dal Collegio dei Docenti.
Inoltre il Consiglio di  Istituto indica i criteri generali per la formazione delle classi, all'assegnazione dei singoli docenti, e al coordinamento organizzativo dei consigli di intersezione, di interclasse o di classe; esprime parere sull'andamento generale, didattico ed amministrativo, del circolo o dell'istituto, stabilisce i criteri per l'espletamento dei servizi amministrativi ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.

 

LA GIUNTA ESECUTIVA   artt. 8-10 D.Lgs 297/1994 
La Giunta esecutiva è composta da un docente, un rappresentante del personale ATA, da due genitori del Consiglio di Istituto. Di diritto ne fanno parte il dirigente scolastico, che la presiede, e il direttore dei servizi generali e amministrativi che ha anche funzioni di segretario della giunta stessa. La Giunta prepara i lavori del Consiglio di istituto e cura l'esecuzione delle relative delibere. Propone al Consiglio di Istituto il programma annuale delle attività finanziarie della istituzione scolastica.
 

L’ORGANO DI GARANZIA    art. 5 DPR 249/1998  e  art. 2 DPR 235/2007  
L'organo di garanzia interno è composto almeno dal Dirigente, da un docente e da un genitore. I suoi compiti sono:
- prevenire e affrontare tutti i problemi e conflitti che possano emergere nel rapporto tra studenti e personale della scuola e in merito all'applicazione dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti, ed avviarli a soluzione; 
- evidenziare eventuali irregolarità nel regolamento interno d'istituto;
- esaminare e valutare gli eventuali ricorsi presentati in seguito all'irrogazione di una sanzione disciplinare, sottoscritti dallo studente o dai familiari, pervenuti entro quindici giorni dalla notifica.

 
 
IL COLLEGIO DEI DOCENTI    art. 7 D.Lgs 297/1994
II Collegio dei docenti è formato da tutti i docenti dell'Istituto ed è presieduto dal Dirigente Scolastico. Ha la responsabilità dell’impostazione didattico-educativa, in rapporto alle particolari esigenze dell’istituzione scolastica e in sintonia con le indicazioni del Consiglio di Istituto; per questo motivo elabora il Piano dell’Offerta Formativa. Ha competenza esclusiva per quanto attiene agli aspetti pedagogico-formativi e all'organizzazione didattica. Si può articolare in gruppi di lavoro più ristretti.
 

IL COMITATO DI VALUTAZIONE    art. 1 comma 129 L. 107/2015 
Il comitato dura in carica 3 anni ed è composto dal Dirigente Scolastico, che lo presiede, da 3 insegnanti, 2 eletti dal Collegio dei docenti e 1 dal Consiglio di Istituto, da 2 genitori eletti dal Consiglio di istituto, e da 1 membro esterno individuato dall'Ufficio Scolastico Regionale tra docenti, Dirigenti Scolastici, Dirigenti Tecnici. 
a) Nella sua composizione completa ha il compito di individuare i criteri per la valorizzazione dei docenti al fine dell'assegnazione di un bonus economico da parte del Dirigente Scolastico.
b) Con la sola componente docente:
- esprime un parere sul superamento del periodo di formazione e prova per il personale neoimmesso in ruolo; in questo caso è integrato con la figura del docente tutor;
- valuta il servizio di docenti che ne fanno richiesta ed esercita le competenze per la riabilitazione del personale docente.

 

I CONSIGLI DI CLASSE, INTERCLASSE, INTERSEZIONE     art. 5 D.Lgs 297/1994
Il Consiglio di intersezione (scuola dell’infanzia) è composto da tutti i docenti e da un rappresentante dei genitori per ciascuna delle sezioni interessate.
Il Consiglio di interclasse (scuola primaria) è composto da tutti i docenti e da un rappresentante dei genitori per ciascuna delle classi interessate.
Il Consiglio di classe (scuola secondaria di primo grado) è’ composto da tutti i docenti della classe e da quattro rappresentanti dei genitori.
Hanno il compito di formulare al Collegio dei Docenti proposte in ordine all'azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni. I Consigli di classe e interclasse definiscono la valutazione finale.
Fra le mansioni del Consiglio di classe rientra quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.


I REFERENTI DI ISTITUTO
Sono docenti individuati dal Collegio dei Docenti con  funzioni generali di coordinamento e di diffusione delle informazioni in particolari ambiti e in riferimento a tutti i plessi dell’Istituto (per es. corso serale per adulti, alunni BES, ecc.).
 

I RESPONSABILI DI PLESSO
Sono docenti individuati all'interno di ogni plesso con compiti organizzativi e gestionali in particolari ambiti (es, biblioteca, sicurezza, progetti, ecc.)
 

LE FUNZIONI STRUMENTALI
I docenti che svolgono il ruolo di FS sono individuati dal Collegio dei Docenti. Sono responsabili di specifici processi e di particolari settori che possono essere di tipo organizzativo e/o didattico (Piano dell'Offerta Formativa, nuove tecnologie, Bisogni Educativi Speciali, diversamente abili). In alcuni casi coordinano il lavoro di apposite commissioni.

L’ANIMATORE DIGITALE e il TEAM PER L’INNOVAZIONE DIGITALE 
L’azione #28 del Piano Nazionale Scuola Digitale prevede la nomina di un docente in qualità di  “animatore digitale” ossia un docente che si occupa di elaborare progetti ed attività per diffondere l’innovazione nella scuola secondo le linee guida del PNSD.
Il Team per l'innovazione digitale ha la funzione di supportare e accompagnare l'innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche e l'attività dell'Animatore digitale.
 

LO STAFF
E’ composto dal Dirigente, dal DSGA, dai collaboratori, dal coordinatore della scuola dell’infanzia e dalle funzioni strumentali. In base alle esigenze si può riunire in seduta plenaria o ridotta ad alcune componenti. Tra i suoi compiti quello di supportare il Dirigente Scolastico nelle proposte e nelle scelte organizzative e di monitorare l’efficacia del servizio scolastico.